giuliano

giuliano
IL TOMO

venerdì 4 settembre 2020

QUANDO LA STORIA SI RIPETE (ovvero: il cuoco di Putin) (7)



 







Precedenti capitoli:


Del lungo viaggio della nostra Anima (6/1)


Il lungo Viaggio...:


Riprende là ove lo abbiamo lasciato (8)








Con il permesso del cuoco di Putin, mi appresto digiuno, a queste brevi lapidarie parole, da povero mendicante quale sono; qualcuno potrà anche, se vuole, negli intervalli fare qualche rutto o anche gassosa pernacchia, alla nostra faccia…

 

Qualcuno se vuole e crede, potrà ridere a crepapelle!

 

Qualcun’altro potrà cambiare canale…

 

Giacché il popolo italo-padano, da altri ed innumerevoli commensali accompagnato e cinto, colto dall’insana improvvisa malattia dall’oligarca unita, stretto al suo letto.

 

L’Italia intera veglia e prega Berlusconi come la Madonna!




 Si badi bene per codesta breve nota introduttiva, non è nostra intenzione interferire, né sulla salute di tutti coloro che sono quotidianamente nutriti o avvelenati, sia dal cuoco che dallo staff dell’intera cucina, cui i più devoti e meritevoli si sfamano e nutrono - dagli infanti ai politicanti -; né sulla salute di coloro che per un improvviso calo di zuccheri dichiarati digiuni di politica quindi dei poppanti  e/o infanti nati, ed altresì sfamati e nutriti come tali: ovvero sfortunati mendicanti i quali non avendo digerito per intero l’umile offerta è stato consigliato un pasto all’altezza del proprio ed altrui palato, anche se inalato ancor meglio, giacché a suddetto  piacere mai sia concesso il ‘diritto’ che cotal cucina quotidianamente dispensa nell’ora di punta della giornaliera mensa… 

 

Ci dichiariamo altresì preoccupati che tale gastronomica interferenza non approdi sino all’opposto Impero del pianeta, fin da ora ci scusiamo con lo staff della cucina che quotidianamente ci… sfama e nutre…

 

Facciamo tesoro della nostra umile elemosina in nome e per conto della cucina unita! 




Attenzione, questo non è un trapano informatico. Stiamo chiudendo la Fondazione anticorruzione.

 

Come fanno spesso i negozi, scrivono a grandi lettere: LIQUIDAZIONE. IL NEGOZIO STA PER CHIUDERE. ULTIMA VENDITA. La gente recepisce questo espediente pubblicitario, per le merci offerte presumibilmente con uno sconto, ma in realtà nessuno si ferma.

 

Nel nostro caso, dobbiamo davvero dire che l’organizzazione no profit Anti-Corruption Fund, che ho fondato 9 anni fa, è giunta al termine, perché semplicemente ci è stata tolta.

 

E sto registrando questo video molto importante in modo che non ti venga portato via. E qui serve il tuo aiuto.

 

Cosa sta succedendo?




 La scorsa estate, tu ed io abbiamo deciso di dare battaglia a Russia Unita, Putin e Sobyanin a Mosca. Abbiamo nominato i nostri candidati, abbiamo lanciato il voto intelligente per sostenere i parlamentari dell’opposizione. Abbiamo svolto indagini su tutti i membri chiave di Mosca Russia Unita e ridotto le loro valutazioni.

 

Il Cremlino e l’ufficio del sindaco, in risposta, non hanno permesso a tutti gli indipendenti di partecipare alle elezioni, rendendosi conto che avrebbero vinto.

 

In risposta, abbiamo chiamato tutti gli oppositori per manifestare il dissenso.

 

In risposta, il Cremlino ha incarcerato tutti gli indipendenti, compreso il sottoscritto e un gruppo di altre persone, e ha disperso le proteste. E poi abbiamo intrapreso indagini e abbiamo scoperto che il voto intelligente funzionerà ancora in modo che il minor numero possibile di membri di Russia Unita diventino deputati.




 E poi abbiamo vinto. Solo con l’aiuto di falsificazioni, ‘falso voto elettronico’, le autorità sono state in grado di trattenere la maggioranza dei deputati, ma nella Duma della città di Mosca ora - per la prima volta nella sua storia – c’è un gruppo molto numeroso di veri deputati dell’opposizione che lavorano nei nostri interessi.

 

Dopo di che, Putin ha iniziato a battere i piedi sul pavimento e gridare: chiudi! liquidare!

 

Si è spaventato. Dopotutto, se tu ed io non abbiamo soldi, nessun candidato indipendente, nessun accesso ai media, nessuna risorsa amministrativa, in condizioni di falsificazioni può aver speranza di vincere.

 

Così il team-oligarchico di governo è andato a liquidare ad ogni costo sia la FBK che la nostra sede regionale. Siamo sopravvissuti a diversi raid. Centinaia di ricerche simultanee in tutto il paese. E così più volte di seguito. Ogni volta ci è stato confiscato tutto: dai telefoni e laptop alle lampade e ai bollitori. Siamo stati riconosciuti illegalmente come agenti stranieri , anche se non abbiamo mai ricevuto un centesimo di denaro straniero.

 

Contro di noi sono stati inventati casi penali.




I conti bancari di FBK e di tutte le altre persone giuridiche sono stati congelati . Hanno congelato i conti di centinaia di dipendenti e dei loro familiari. I conti miei, di mio padre, di mia madre, di mia moglie e persino dei miei figli sono stati congelati .

 

Siamo stati citati in giudizio dalla Rosgvardia, dalla polizia, dall’ufficio del pubblico ministero, dall’istituto di bilancio statale ‘Strade automobilistiche’, dai ristoranti, che hanno subito interferenze nelle nostre manifestazioni, e persino dalla metropolitana di Mosca. Di conseguenza, tutti i deputati indipendenti e i dipendenti della FBK che hanno chiamato le persone ai raduni hanno finito per dover milioni di rubli. Questa è una tecnica che Putin ha preso in prestito da Lukashenko. In Bielorussia lottano da tempo contro le manifestazioni.

 

Ora stiamo raccogliendo denaro per pagare queste multe e, con il tuo aiuto, lo raccogliamo.

 

Ma c’è stato anche un episodio separato, assegnato a Yevgeny Prigozhin. Lo stesso chef di Putin.




 Il fatto è che questo Prigozhin, sta cercando di guadagnare più soldi, ha fornito cibo avariato ai bambini. E a Mosca ci sono stati enormi avvelenamenti nelle scuole e negli asili. Hanno cercato di nascondere tutto questo, ma il nostro dipendente Lyubov Sobol si è messo al lavoro. Ha riunito gruppi di genitori dei bambini colpiti e ha iniziato a citare in giudizio e condurre indagini nei loro interessi.

 

E alla fine ha dimostrato tutto.

 

Insieme a dozzine di genitori, ha intentato un’azione legale collettiva contro le società avvelenate e le autorità di Mosca che hanno firmato contratti di ristorazione, chiedendo il riconoscimento dell’avvelenamento e il pagamento di un risarcimento. Il tribunale ha dichiarato colpevoli le società e ha parzialmente soddisfatto le pretese pecuniarie dei genitori delle vittime.

 

E poi è successo qualcosa che può succedere solo alla corte di Putin. Nonostante il fatto che abbiamo dimostrato avvelenamento. Nonostante il fatto che Prigozhin abbia pagato un risarcimento in tribunale. Ha fatto causa a me, Sobol e FBK, dichiara di non aver perseguitato nessuno e chiede da noi una somma impensabile: 88 milioni di rubli. E il giudice, che ha la chiara intenzione di distruggere la FBK ad ogni costo, colpisce con un martello e dice: Prigozhin ha ragione. Sì, non importa che abbia pagato un risarcimento. Non importa che i fatti di intossicazione alimentare siano riconosciuti da tutti. Devi pagarlo 88 milioni di rubli.




 Un’ironia a parte è che lui, avendo avvelenato centinaia di bambini, ha pagato loro 300mila rubli come risarcimento, e noi, che glielo abbiamo fatto pagare, dobbiamo pagarlo 293 volte di più.

 

Bene, alla fine. Ecco gli screenshot dal sito Web di FSSP, che mostrano che devo 29 milioni di rubli, Sobol - 29 milioni di rubli e FBK - 29 milioni di rubli.

 

 Non si può fare niente con me e Sable. L’importo è enorme e fino alla fine del governo di Putin, dovremo convivere con conti bloccati e ufficiali giudiziari, sequestrando qualsiasi nostra proprietà a favore del cuoco di Putin.

 

Ora la domanda è: cosa fare con FBK?

 

Non abbiamo più nulla. Tutto è stato portato via durante le ricerche precedenti. E ora toglieranno sia l’organizzazione stessa che il conto corrente. Il nostro nome ci è caro, ma, come ho detto molte volte, FBK non è un ufficio o un pezzo di carta del Ministero della Giustizia. FBK sono persone. Questi sono quelli che vengono qui per combattere la corruzione e tu che la sostieni.




Passeremo a un’altra entità legale e lasceremo che Putin e Prigozhin si soffochino su questo. Ma il valore più grande - tu - dobbiamo portarlo con noi. Perché non ascoltiamo nessuno, nessuno ci indica e non può influenzarci? Perché siamo finanziariamente indipendenti. Non abbiamo bisogno di oligarchi, o dello Stato, o appoggi esterni. Nell’ultimo anno, 21.467 persone ci hanno fatto donazioni. E, cosa più importante, il nostro prestigio: sono infatti 7607 persone che hanno sottoscritto pagamenti mensili. Cioè, li hanno registrati sul nostro sito Web e ci hanno automaticamente inviato circa 100 rubli, circa 500 e circa mille. E lo sappiamo: qualunque cosa accada, riceviamo circa 6 milioni di rubli al mese e abbiamo abbastanza per l’affitto degli uffici, Internet e almeno una parte dei nostri stipendi.

 

Ora il nostro conto corrente verrà rimosso e questi 7607 abbonamenti scompariranno.

 

Non possiamo trasferirli automaticamente. L’unica cosa che si può fare qui è che voi ragazzi seguiate il collegamento voi stessi ed effettuate nuovamente un pagamento ricorrente. Lascia che sia piccolo, ma permanente, in modo da capire quale budget abbiamo e poter pianificare le nostre attività.

 

Quindi arrivato fino a questo punto mi sono reso conto che si è rivelato comunque un trucco di marketing. Hanno promesso di liquidare, ma poi hanno chiesto soldi e hanno detto che sarebbe rimasto tutto.

 

Ma in effetti, rimarrà o meno e in che misura decidi tu. Ella Pamfilova pensa che ci ferisca davvero quando ci chiama ‘mendicanti politici’.




Ma no. Siamo orgogliosi di chiederti soldi e di dipendere da te. Ma non prendiamo un centesimo dal budget. Ma le nostre finanze sono trasparenti.

 

E quindi, cara Ella Alexandrovna, ricordati, col tuo amico Putin, che lo stiamo chiedendo di nuovo, speriamo che riceveremo ancora elemosina, e promettiamo a tutti che ogni centesimo sarà mirato ad avvicinare il momento in cui tu, tutta la tua Russia unita e l’intera banda del Cremlino lo farete sedersi sul banco degli imputati.

 

La votazione di tre giorni si svolgerà a settembre.

 

Si può discutere se la decisione su misure così urgenti e ovviamente illegali sia stata influenzata dal fatto che così tante persone hanno accettato di riconoscere questa ‘spazzatura’ con un voto di sette giorni - elezioni reali e si sono recate alle urne. Penso di sì, ma qualcuno non sarà d’accordo con me.

 

Ciò su cui non c’è dubbio è che, per la maggior parte, questa è una reazione di panico alla minaccia di Smart Vote.

 

Ciò deriva direttamente dalla decisione stessa del CEC. Ci sono molte campagne elettorali, ma introducono la ‘tre giorni’ solo dove si fa l’UMG: elezioni suppletive alla Duma di Stato; governatore; elezioni all’Assemblea Legislativa dei soggetti; elezioni alla Duma di città dei centri regionali.

 

Putin e Pamfilova hanno fatto un calcolo elementare e hanno capito: se trasciniamo il 15% degli elettori nell’UMG, sconfiggeremo la Russia Unita ovunque. Quindi si stanno preparando a falsificare ancora meglio.




 Quali sono i nostri pensieri e le nostre azioni?

 

1. Le vittime principali sono, ovviamente, le opposizioni sistemiche. I candidati del Partito Comunista della Federazione Russa, SR, Partito Liberal Democratico stanno diventando la preda più facile per i membri locali della Russia Unita che controllano la commissione. È ovvio che il patto globale tra il Cremlino e i sistemisti viene violato.

 

In precedenza, sei stato pagato per la tua coerenza con un caldo posto di vice, ma ora cosa? Possono promettere, ma in fondo toglieranno tutto se sarà molto più facile portarlo via.

 

2. Vediamo come gli specialisti di sistema mostreranno alcuni tentativi di annullare la decisione sui ‘tre giorni’. Non riesco a immaginare cosa avrebbero potuto promettere in cambio. Finora, sembrano essere in lieve prostrazione, almeno a livello di leadership.

 

3. La battaglia di settembre per le regioni sarà ancora più difficile del previsto.

 

4. Non stiamo cambiando i nostri piani. Volkov scrive correttamente. Quello che dobbiamo fare a settembre ha ancora senso, a differenza del voto del 1° luglio:

 

- a differenza della disgrazia del 1 luglio, ci saranno osservatori indipendenti (e membri delle commissioni con il PSG);

 

- a differenza della disgrazia del 1 luglio, ci saranno candidati indipendenti, ci saranno lotte politiche e intrighi, ci saranno molte persone interessate a un conteggio dei voti onesto;

 

- come ha mostrato una vergogna il 1° luglio, anche con una votazione settimanale in alcune regioni e città, non ci sono state falsificazioni, nonostante le opportunità ideali per le falsificazioni e un ordine diretto per le falsificazioni.




Cioè, è possibile individuare regioni e città in cui ci si può aspettare un conteggio relativamente equo, dove ci sono candidati indipendenti, dove non ci saranno problemi con le indicazioni per osservatori e GSG - e in queste regioni avrà senso lottare per il risultato e difenderlo. 3-4 osservatori per seggio elettorale, stretto controllo sulle scadenze anticipate attraverso i turni di turno, registrazione video delle urne sigillate di notte e aperte al mattino ... Sarà molto, molto difficile, ma nelle regioni con una normale cultura del conteggio dei voti sarà possibile difendere il risultato.

 

4. La principale differenza. A settembre c’è qualcosa per cui lottare (seggi parlamentari che possono essere portati via dalla Russia Unita) e c’è qualcuno per cui lottare (candidati e le loro squadre). Cioè, ci sono attori politici con i propri interessi.

 

5. Poiché stanno introducendo un periodo di tre giorni, significa che è necessario trascinare dall’UMG non il 15, ma il 20% degli elettori. Abbiamo bisogno di ancora più osservatori e molto più lavoro per amministrarli.

 

6. Qualunque siano le nuove regole che la CEC introduce, poniamoci una domanda: i residenti, ad esempio, di Novosibirsk e Tomsk crederanno che la Russia Unita ha vinto in tutti i distretti? Ovviamente no. Cosa faranno se cercheranno di ingannarli - dipende già da noi. Quanto convincentemente dimostreremo le falsificazioni.

 

7. È probabile che a settembre si svolga l’ultima procedura di votazione, che, almeno con un tratto, si può chiamare elezioni. O forse non già. Puoi scoprirlo solo facendoti coinvolgere in una rissa e facendo di tutto per vincere.

 

8. Quindi iscriviti subito a Smart Vote. Puoi anche registrarti lì come osservatore. Trascina lì i tuoi parenti e amici.

 

9. Ebbene, ci può essere solo una reazione alla cancellazione delle elezioni: la strada e le proteste. Non c’è altro modo. Altrimenti, un processo completamente irreversibile e un divieto totale di ogni opportunità di partecipare alla politica legale.


(Navalny.com)

 















Nessun commento:

Posta un commento