giuliano

giuliano
IL TOMO

sabato 12 gennaio 2013

STEPHEN SOMMIER (1848 - 1922)












 

Brevi pagine da Un viaggio d'inverno in Lapponia di Stephen Sommier

Dello stesso autore un prezioso per quanto raro Tomo di un suo viaggio:
















S. Sommier, Un'Estate in Siberia 







Compiuta con pieno successo la prima parte del nostro viaggio, ci rimane
da menare a buon fine la seconda.
Vogliamo traversare la Lapponia nella sua massima larghezza, fino al Mar
Bianco o fino al Golfo di Botnia, secondo le circostanze. Vogliamo cono-
scere quelle fredde regioni dell'interno, dove regna sovrano il Lappone no-
made colle sue renne.
Non v'è qui l'attrattiva di una impresa non ancora tentata, come nella no-
stra visita invernale al Capo Nord; tuttavia all'infuori degli indigeni, sono
ben pochi quelli che hanno visitato il cuore della Lapponia in inverno, ed
ancora meno quelli che l'hanno traversata in interno.




Siamo dunque ansiosi di cimentarci alla prova, e di imparare a conoscere
una vita del tutto nuova per noi. Per questo da Hammerfest siamo venuti a
Bossekop, che deve essere il punto di partenza.
E' questo piccolo villaggio in fondo ad un lunghissimo fjord, e per conseguen-
za in paese già in parte sottratto alla influenza della corrente del Golfo.
Ce ne accorgiamo dal freddo maggiore, dai venti meno impetuosi, dal cielo
più spesso sereno.
Un piccolo tratto del mare qui è gelato, cosa che non avviene sulla costa ester-
na. La prima cosa che abbiamo fatta giungendo, è stata di spedire un messag-
gio a Karasjok, distante tre giorni di qua nell'interno, chiedendo un treno di
slitte, renne e guide per condurci costà.




Prima che giungano però, passeranno ancora molti giorni, durante i quali avre-
mo, per distrarci, una gran fiera alla quale devono venire alcune centinaia di
Lapponi dall'interno; sarà una eccellente occasione per fare più ampia conoscen-
za con questa strana gente.
Intanto per passare il tempo, posso dirvi qualcosa di questi Lapponi dei quali for-
se conoscete poco più che il nome.....
I Lapponi sono un piccolo popolo di circa 30 mila anime, che vive nelle parti più
settentrionali dell'Europa, nella regione che da esso è detta Lapponia. Quella re-
gione comprende l'estremo Nord della Scandinavia, e la parte della Russia che
è a ponente del Mar Bianco.




I Lapponi sono quindi sudditi della Svezia e Norvegia, in parte...della Russia.
La Lapponia è regione di altipiani, di monti, di paludi e di boschi. Freddissima
e coperta per due terzi dell'anno di neve, non è adatta ad alcuna cultura.
Anche i boschi di pini e betulle non vi prosperano che nelle valli riparate e nel-
le parti meno fredde. Il terreno è ricoperto per la maggior parte da muschi e
da licheni.
Un tal paese non può essere abitato che da un popolo pastore, cacciatore e
pescatore; e difatti tale è il Lappone. D'inverno caccia gli animali da pelliccia
e i francolini; ma durante tutto l'anno, principale occupazione del Lappone è
il custodire le sue renne......

Prosegue in:

S. Sommier, Un viaggio d'inverno in Lapponia (2)


Ascolto consigliato:

Agnes Buen Garnas, Jan Garbarek, Rosensfole




















Nessun commento:

Posta un commento