giuliano

giuliano
IL TOMO

lunedì 1 aprile 2013

PIONIERI E NATIVI: il reverendo Hinman & ...gli altri (58)













Precedente capitolo:

Owl Creek (57)

Prosegue in:

Pionieri e nativi: il reverendo Hinman....& gli altri (59)









.....Malgrado la loro resistenza, i Sioux nel 1882 stettero quasi per
perdere 36.000 chilometri quadrati di territorio trattando con una
commissione capeggiata da Newton Edmunds, un esperto nel togli-
ere la terra agli indiani negoziando.




I suoi colleghi erano Peter Shannon, un avvocato di frontiera, e Ja-
mes Teller, un fratello del nuovo segretario agli Interni. Li accompa-
gnava come 'interprete speciale' nientemeno che il reverendo Samuel
D. Hinman, che era stato missionario fra i Sioux sin dai tempi di Pic-
colo Corvo.
Hinman credeva che gli indiani avessero bisogno prima di tutto del....
cristianesimo, più che di terra.




Mentre la commissione viaggiava da un'agenzia all'altra, Hinman di-
ceva ai capi che egli era lì a stabilire i confini delle sei agenzie del-
la riserva. Questo era necessario, egli diceva, così le diverse tribù
Sioux avrebbero potuto considerare proprie le arie dove si trovava-
no e possederle finché vivevano.




'Dopo aver stabilito le riserve', disse Hinman a Nuvola Rossa
'Il Grande Padre vi darà 25.000 vacche e 1000 tori'.
Tuttavia, per ottenere il bestiame, i Sioux dovettero firmare alcune
carte che i commissari avevano portato con sé. Poiché nessuno dei
capi Sioux sapeva leggere, non sapevano che con quella firma stava-
no cedendo 36.000 chilometri di terra in cambio dei tori e delle vac-
che promesse.




Nelle agenzie dove i Sioux erano riluttanti a firmare qualsiasi cosa,
Hinman usava a seconda dei casi le lusinghe o le minacce.
Per ottenere un gran numero di firme, convinse ragazzi di sette an-
ni a firmare i documenti. In una riunione nella riserva Pine Ridge sul
torrente Wounded Knee, Hinman disse agli indiani che se non firma-
vano non avrebbero più ricevuto razioni o rendite annuali, e inoltre
sarebbero stati mandati nel Territorio Indiano.




Molti dei Sioux più anziani, i quali avevano visto che i confini del
loro territorio si stringevano ogni volta che 'toccavano la penna' per
firmare simili documenti, sospettavano che Hinman stesse cercando
di rubare la loro riserva.
Capelli Gialli, un capo minore di Pine Ridge, si oppose fermamente
alla firma, ma poi fu costretto a farlo in seguito alle minacce di....
Hinman.....
(...prosegue......)












Nessun commento:

Posta un commento